I mondi

Eccomi

di Manuela Sedmach

Ciao Pat.
eccomi qua,
pensavo e pensavo al perchè questa volta mi sia sembrata una festa più bella, mah chi lo sa di certo mi son sentita più sorella.

Credo che la varietà di provenienza sia stata una bella ricchezza, ecco forse più ricca questa festa, più completa.
Di donne che mi son rimaste nel cuore ce ne sono diverse.
Forse anche le magagne successe nel frattempo mi hanno liberata da me stessa, credo di essere cresciuta e così più aperta. Le magagne della vita sono fondamentali per crescere.

Mi piace molto l'idea del pozzo, io l'intendo come interiorità, come pozzo senza fondo che c'è dentro di noi e non lo sappiamo e come attingendo sempre più acqua non lo si svuota ma lo si rinnova di altra acqua nuova.
Pozzo soprattutto come dicevi tu da condividere quando ci si trova al pozzo si scambiano notizie, storie di sè, si ritrova il tempo delle attese, che un'altra porti a termine il suo compito di tirar su il secchio, e l'attesa fa meditare. E poi si porta l'acqua al villaggio. Si condivide ancora.

Ho sentito parlare anche di pazienza, che meraviglia, la pazienza è un lusso e un bene da salvaguardare.

L'ha nominata Nicoletta Sutter parlando del futuro dei suoi figli… una mamma illuminata, che ha la pazienza di far uscire il talento dei suoi bimbi nei tempi giusti, senza fretta e senza forzature e senza pretendere che i figli facciano quello che secondo noi è più giusto per loro... orrore.

Derna Del Stabile mi ha colpita tantissimo quando ha cominciato a parlare della sua attività, e mi vien da pensare che tutte noi abbiamo dei cloni disseminati per poter seguire tutte le cose di cui si parlava.

Marina Bortul, quando ne ho parlato con la mia amica che ha frequentato infermieristica si è emozionata ricordandola come sua docente straordinaria. Vista la sua semplicità non ho dubbi che sia straordinaria.

Approfondito la conoscenza con Cinzia Qing Yue, con la quale ho fatto il viaggio... ma tutte, con tanta sincerità e voglia di raccontarsi e di ascoltarsi.

Credo che ci siamo tanto ascoltate.

Insomma siamo arrivate ad un forziere pieno di tanti tesori al quale ci hai condotte con pazienza e forza.

E ora andiamo avanti.

Un abbraccio grande
grazie Pat
a presto

Manuela

« indietro

Sito realizzato con il contributo di:



L'evento "La carica delle centoeuno" è realizzato con il patrocinio e il sostegno di: