Perché

Centoeuno donne e centoeuno Imprese: dalle grandi e dalle piccole Aziende, dall’Università, dalla Ricerca, dalla Formazione, dalla Sanità, dal Commercio, dalla Cooperazione, dai Servizi alla Persona, dall’Informazione, dalle Istituzioni, dall’Artigianato, dall’Arte, dalla Cultura, in Friuli Venezia Giulia.

Libro vivo n. 2 – forum delle centoeuno (di qua e di là del fiume)

Il primo forum edizione 2011 aveva aggregato centoeuno donne della città di Trieste, dalle più diverse esperienze di Impresa: imprenditoria, commercio, ricerca scientifica, cooperazione, informazione, università, arte, sanità, cultura, formazione, artigianato.

Dato il successo dell’iniziativa, l’entusiasmo che ha coinvolto tutte le donne e la copertura mediatica e in rete dell’evento, abbiamo deciso di promuovere una seconda edizione, con la volontà di allargarci su scala regionale, come era già nelle nostre intenzioni originarie.

In più, un’occasione come questa di aggregazione al femminile recupera la storia stessa di questa regione e comporta quindi una valorizzazione del territorio locale, contribuendo a promuovere le risorse e le peculiarità culturali e di avanguardia di questo territorio, offrendo un’occasione in più per venirlo a visitare.

Le donne che vogliamo mettere a confronto saranno ancora centoeuno, ma verranno da tutta la Regione Friuli Venezia Giulia.

Metà donne della città di Trieste, metà donne dell’area friulana.

In un atto di dialogo e di riflessione, dove ritrovare dentro la molteplicità dei saperi e delle esperienze un linguaggio condiviso e condivisibile, che permetta di verificare che non si è sole, e che molti degli sforzi giocati anche da questa e da quella parte - spesso velati di cattive comunicazioni, oltre che di facili pregiudizi - sono pieni di carica – e di passione civile - e quindi offrono direzioni verso la trasformazione del paese, e hanno bisogno urgente – molto urgente - di fare tessuto, di creare conoscenza su un piano di realtà, con nuove forme possibili di regole sociali, di corrispondenze collettive.

Nella direzione di un diverso futuro possibile.

Perché senza trasformazioni di modelli culturali e di forme del vivere non si può progettare una nuova economia.


Obiettivi della seconda edizione del forum delle centoeuno

  • Portare a conoscenza la realtà multipla e complessa dell’imprendere al femminile ( di tutti i segmenti) tra le stesse donne
  • Costruire una rete fatta di incontri - non solo virtuali
  • Confrontarsi su modelli del produrre e del vivere – quindi del sapere
  • Spingere per il superamento di barriere culturali spesso autoalimentate che rallentano alcuni processi di collaborazione nonché di economie possibili.
  • Spingere sulla possibilità di investire nella leadership al femminile nell’economia regionale
  • Organizzare una rete regionale di donne
  • Costruire un coordinamento interregionale aperto ad altre esperienze di aggregazioni fuori dalla regione FVG (Regione Trentino AltoAdige, Regione Abruzzo, Regione Lombardia, Regione Emilia Romagna)

Sito realizzato con il contributo di:



L'evento "La carica delle centoeuno" è realizzato con il patrocinio e il sostegno di: